Fear and loathing in barcelona…

Immag075Commenti finali di una vacanza, a suo modo, esperenziale.
In primis, Barcellona rimane la migliore città europea (del mondo? non lo so ma il distacco è minimo…). Città in perenne e meravigliosa escavazione con la storia finalmente alle spalle e con il futuro puntato dal mirino di una popolazione giovane e fiduciosa.
Del viaggio rimangono le "solite" sensazioni.
Quartieri che, da un mese all’altro (non scherzo), cambiano volto e diventano una meraviglia in cui fermarsi a prendere un caffè corto ed a leggere il sommo H. Thompson.
Le tremende "solite" nottate in locali assurdi tra trans, signorine discinte ed alcolici venefici (non scherzo, qualcuno dovrà parlarne con il Ministero della Salute iberico, vendono veleno!). Il tutto con, sullo sfondo, il delirante spettacolo delle finali dei tuffi in maxischermo e il "solito" sogno nel cassetto di rimanerci un pò di più… ma non conta. Conta vedere Raval trasformato, da ricettacolo di prostituzione, a quartiere a buon mercato con, tra parentesi, uno dei più bei musei di Arte Moderna d’Europa. Contano le migliaia di taxi a discreto buon mercato che caracollano per la città. Contano le centinaia di biciclette con cui gironzolare felice e contento per le Avenide. Contano i pesci che sguazzano nel porto ed una spiaggia pulita con un mare discreto (che nel nostro lurido lungomare romano ce lo sognamo). Conta che dodici anni fa (ai tempi del nostro eroico interrail) li trattavamo da sottosviluppati e ora ci prendono per il culo pure i tassisti catalani. 
Conta, forse, che, dopo tanti viaggi e tante meravigliose storie da raccontare alle spalle, forse (dico forse…) mi sono sentito a casa mia per la prima volta. Ed allora è dura riprendere l’aereo.

Annunci

3 Risposte to “Fear and loathing in barcelona…”

  1. utente anonimo Says:

    Io c’ero.

    a.

  2. gau Says:

    Bentornati cari.
    Sto trattenendo a stento i singhiozzi…mi promettete che ci torniamo, eh? Me lo promettete vero?

  3. utente anonimo Says:

    Io penso che una volta l’anno dovremmo tornarci per forza… magari proprio a luglio.

    Una sorta di Indipendence Day de noantri…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: