Quo vadis, Baby?

Quo vadis babyNon ho mai visto il film, ma, in compenso, ieri sera mi sono goduto la prima puntata della fiction che ne è stata tratta. Proposto da Sky Cinema 1, in prime time, un prodotto di qualità, ben fatto, regia di talento e, in buon sostanza vero. Non è il classico poliziesco all’Italiana, pur rifancendosi molto al poliziottesco anni settanta, riesce a essere più vero, meno fiction di intrattenimento leggero di quello che sono gli omologhi propinati dalle reti generalista gratuite (Rai e Mediaset). La regia, ben curata da Salvatores, pur indugiando forse in carrellate inutili su particolari che poi si riveleranno inefficaci nello sviluppo della trama, rispecchia ambientazioni cinematografiche anglosassoni, soprattutto statunitensi, e non si schifa di gettarsi a capofitto nell’underground urbano dell’Italia del XXI secolo. Forse un po’ eccessiva la scelta buonista di quello che sembra essere il finale, ampiamente ben ricompensata dal finale vero, MAGISTRALE: l’intera soluzione della vicenda narrativa è proposta in una scena muta, nella quale la protagonista (Ben marcato il travaglio psicologico della perdita della sorella) compare come semplice colonna sonora, in un’interpretazione imperfetta, ma emotivamente coinvolgente di "Like a Rolling Stone". Da vedere.
Annunci

6 Risposte to “Quo vadis, Baby?”

  1. utente anonimo Says:

    “prodotto di qualità”?

    stamo alle recensioni delle fiction su sky, compagno?

    bof

  2. ArditoEufemismo Says:

    Sono un fan della Verasani e della sua investigatrice. Ho visto il bel Quo Vadis baby ? e attendevo con ansia questi 6 film per la tv. Beh, devo dire che il primo non ha deluso le mie aspettative. Dal film originale sono stati mutuati i tempi molto serrati – i sottintesi – e flashback psicologici della protagonista. Siamo pronti a gustarci il secondo episodio.

  3. kolchoz Says:

    Per il numero uno: chi sei? Potresti firmarti, no così giusto per capire con chi ho a che fare. Io la faccia ce la metto sempre….io!

  4. gau Says:

    Smettila. Non si tratano così gli ospiti.
    Bof, se vuoi ho l’indirizzo di kolchoz…

  5. utente anonimo Says:

    bof: barbuto otorino, lettore assiduo, commentatore saltuario.

    bof (è il nome)

  6. kolchoz Says:

    Se ho capito chi sei: tu sei il benvenuto. Credevo che “Bof” fosse uno sbuffo. Benvenuto barbuto otorino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: