Black Lips – labbra nere come la morte

BlackLipsOaklandVivo un periodo di merda. Ma cerchiamo di  capirci. Di merda di quella vera. Di quelli che sbatti la testa contro il muro ogni sera. Di quelli che ti ferisci, ti sbronzi, ti annoi, vuoi morire e poi rinascere per riannoiarti come un animale. Insomma un periodo di quelli che non ne esci vivo.
E allora, Mio Dio, vienimi in aiuto. La musica, lo dice anche quell’idiota di Wenders, non dovrebbe salvare le nostre vite?
I padreterni per cominciare. Quelli che non tradiscono mai: Johnny Cash, Bruce Springsteen, i Joy Division… No. Non va. Loro non dicono mai bugie. E la cruda verità fa male in certi momenti.
Allora l’Hip-Hop! Dai! Le serate danzanti di una volta!
No. Non ci siamo nemmeno stavolta. Non è il momento per serate fancy. E poi piu’ gente vedo ballare come idioti e piu’ mi viene voglia di uccidere un centinaio di persone con un fucile a canne mozze.
E allora? E allora si tira avanti. Si prende per il culo Kolchoz (ma viviamo separati e raccogliere in due ore tutto quello che vorrei sputargli addossi è difficile). Ci si rincoglionisce fra campagne elettorali deficienti ed esperienze di lettura semplicemente inquietanti (l’ultimo di Genna, ne parlerò…). E poi…
Poi per caso, si apre un sito a caso ed appaiono loro. La salvezza di questo mondo. La mia salvezza. I Black Lips da Atlanta. Un combo di idioti che sa suonare, e lo fa alla grande, la musica piu’ bella del mondo. Lo stomp inquieto a mezza strada tra il blues delle origini, gli Stones, il lato Punk della Blues Explosion ed il cantato tipo "ridete idioti tanto l’unico mio sogno è vomitarvi tutto addosso" di band immortali come i Germs e i Dead Kennedys.
Un gruppo fenomenale. Non i migliori. Ma forse gli unici capaci di dire qualcosa.

Il sito è vitaminic.
C’è tutto il loro disco in streaming.
Mettetelo alla prossima festa fighetta che organizzate al posto delle solite lagne r’n b che avevate in mente e vedrete.
Vorranno tutti uccidervi. Ma voi sarete già via. Lontano. Molto lontano.

Annunci

2 Risposte to “Black Lips – labbra nere come la morte”

  1. utente anonimo Says:

    MI spiace che tu stia passando un periodo di merda…sappi che non sei il solo. Diciamo che l’insonnia ha ripreso a devastarmi. Non te l’ho mai detto per non tediarti con le mie paturnie quando tu hai i cazzi veri. Se ti serve insultami pure, anche se non capisco perchè tu debba dire sempre tutto e il suo contrario. Vabbeh. I problemi come i tuoi non so mai come affrontarli. Spero solamente che la serata di Sabato possa passarla con noi. Abbiamo un compleannone da festeggiare….e magari la Roma da veder vincere (Speriamo!).
    Adesso ti saluto e ti abbraccio. Tuo K

  2. utente anonimo Says:

    una volta si andava al concerto di un gruppo. adesso si guarda il sito di un gruppo.

    o tempora o mores cazzorum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: