Enzo Biagi, che altro dire?

BiagiNon è assolutamente facile per un semplice addetto stampa parlare di Enzo Biagi. E’ come chiedere ad un chierichetto di un curato di campagna cosa ne pensa di Dio! Eppure mi è stato chiesto e mi sembra anche doveroso farlo. La sua biografia è arcinota e anche il suo essere profondamente socialista. Sò solamente che nella vita si attirò antipatie bipartisan: da sinistra per la sua amicizia personale con l’Avvocato, da destra per il suo essere dichiaratamente socialista (che agli occhi di destra è una foglia di fico al comunismo). Personalmente di Enzo Biagi ricordo l’asciutezza dello stile, le domande mai banali, il suo incalzare fermo, deciso e cortese e, soprattutto, ne ricordo anche una piccola opera che non compare (purtroppo) su nessuna delle biografie: il regalo che mia madre mi fece per un’epifania "La storia di Roma a Fumetti". Era un’opera fantastica: adatta per un bambino di otto, nove anni, ma non "infantile". Sostanzialmente rispecchiava lo stile dell’autore: asciutto e diretto. Uno scrivere che, pur tenendo conto dei fatti, non dimenticava la quotidianità della vita degli abitanti della Roma imperiale, proprio per far capire lo scenario su cui si svilupparono i fatti. Una lezione di giornalismo applicata alla storia, resa fruibile per chiunque. Un piccolo capolavoro! Adesso, mentre tutti ne piangono la scomparsa, sarebbe fin troppo facile ricordare e rinfacciare le cattiverie che gli sono state riversate addosso circa cinque anni fa, sarebbe anche scontato rinfacciare il (quasi) tardivo ripensamento di Berlusconi, ma non lo voglio fare perchè il Sole è il miglior disinfettante e poi perchè, ora che Biagi non c’è più, cerchiamo almeno di tenerne desta la miglior arma che ci ha lasciati: la signorilità. Addio!

Annunci

7 Risposte to “Enzo Biagi, che altro dire?”

  1. gau Says:

    Almeno su quello c’è stato un (quasi) ripensamento…

  2. kolchoz Says:

    Effettivamente ho detto una cazzata: quasi ripensamento de che? L’editto bulgaro non c’è MAI stato! IPSE DIXIT!

  3. gau Says:

    Anfatti…

  4. marish Says:

    aho! ma la fate finita! sembrate due suocere in amore…
    insomma st’editto bulgaro (i casi della vita…) c’è stato o non c’è stato… M

  5. gau Says:

    Solo contro Simon & Garfunkel…

  6. kolchoz Says:

    Caro M, l’editto ci fu…ma siccome la storia è sostanzialmente quello che viene raccontato, e siccome il più grande editore italiano dice che non c’è stato, l’editto non c’è stato. Forse Gau, per ovvie ragioni logistiche, avrà più facilità a trovarne tracce!

  7. gau Says:

    Ripeto. Mi risulta ce ne sia uno solo per i due vecchi sdentati e pelati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: