Gesù di Nazaret

gesu-di-nazaret-ratzinger_1Alzi la mano chi non si è mai interrogato sull’utilità del catechismo. Ci siamo tutti domandati perché abbiamo dovuto interrompere i nostri giochi, le nostre partite di calcio, i compiti (ma quello tutto sommato era un bene) o altre attività prosaiche, ancorché divertenti, per andare a sentire nell’aula di una parrocchia un ritornello che suonava più o meno "Gesù ci ama" o "Dio ci vuole bene" e fare a gara con altri ragazzini a chi scriveva le intenzioni di preghiera più commoventi per i bambini africani o gli anziani del quartiere da leggere alla Messa della domenica.

Contemporaneamente, immagino, non devo essere stato l’unico pre-adolescente ad interrogarmi sulla figura di Gesù, sul suo rapporto con la realtà storica, sul rapporto tra terreno e divino. Mi sono sempre chiesto il motivo per cui nessuno – cristiano o non cristiano – abbia mai contestato la grandezza del personaggio o abbia mai mancato di rispetto ai suoi insegnamenti. E mi sono sempre domandato se il Gesù storico corrisponda davvero a quello dei Vangeli e se quest’ultimo corrisponda davvero a quello in cui crede un miliardo e mezzo di persone sulla Terra.

A queste domande – per la mia gioia e, spero, di qualche altro malato – prova a rispondere il Papa in persona. Joseph Ratzinger, alias Benedetto XVI, ha infatti scritto un libro, che costituisce il primo di una serie, intitolato semplicemente Gesù di Nazaret. Senza h. Già dal titolo ho capito che avrei avuto qualche risposta, anche se incompleta, a volte non pienamente convincente sul piano razionale o, per stessa ammissione dello Scrittore, ancora da verificare sul piano storiografico.

L’opera di Ratzinger – che ha esplicitamente escluso la propria infallibilità sul tema – è coraggiosa e straordinaria. Essa rappresenta il tentativo di trovare un filo conduttore "logico" e "teologico" tra il Gesù storico, così come ci viene narrato dai Vangeli, i suoi insegnamenti e le leggi su cui poggia la Chiesa contemporanea. Il punto di partenza è che il Gesù "vero" è quello di Luca, Marco, Matteo (i tre sinottici) e (in parte) Giovanni. Alcuni dei riferimenti provenienti dai Vangeli cosiddetti "apocrifi" vengono presi in considerazione laddove avvalorino l’esposizione dei fatti di quelli ufficiali.

Da qui, Ratzinger sviluppa un articolato ragionamento – frutto di un incredibile lavoro storiografico di ricerca delle fonti e di studio della cosiddetta "cristologia" – che svela il significato attribuito dal Pontefice in persona ai diversi momenti della vita di Gesù. Egli analizza il contesto storico, l’etimologia delle parole aramaiche pronunciate dal Cristo (una su tutte, "il Figlio dell’Uomo"), il significato dei suoi gesti. Per comprendere tutta la sua visione, occorre attendere i prossimi volumi.

Il libro è complesso, ma merita assolutamente di essere letto. Da Cristiani e non. I Cristiani potrebbero ritrovare le ragioni del loro credo: il pensiero di Ratzinger potrebbe tradursi con l’ardito ossimoro "Ragione della Fede". I non Cristiani potrebbero apprezzare l’analisi storica, letteraria e teologica di un personaggio che ha in ogni caso segnato la vità dell’umanità e comprendere qualcosa in più del famoso messaggio di Benedetto Croce sul "non possiamo non dirci Cristiani".

Un ultimo suggerimento. Se vedete il libro di Augias sullo stesso argomento, vi consiglio di lasciarlo dov’è. Io l’ho comprato. L’ho aperto. Ho cominciato a leggerlo, sono arrivato a metà, l’ho chiuso e lasciato lì. Con uno stile pruriginoso, Augias passa il tempo a chiedersi come sia possibile che Maria fosse vergine, se tra i discepoli fosse praticata l’omosessualità e perché mai i Vangeli apocrifi siano considerati tali. A me, sinceramente, di tutto ciò interessa poco.

Di queste cose chiacchieravamo da ragazzini tra un "Gesù ci ama" e un "Dio è con noi" al catechismo.

 

Annunci

3 Risposte to “Gesù di Nazaret”

  1. kolchoz Says:

    Gau è in crisi mistica….dai che hai preso la china di Giovanni Lindo!

  2. marish Says:

    Guarda che mi sto preoccupando anche io. Ho chiesto spiegazioni. Mi sono sembrate fumose… FORZA JUVE

    M

  3. gau Says:

    Ha ragione Giovanni Lindo. E’ l’unica guida spirituale del Millennio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: