Ma vaffanculo pe’ davero

Antipolitica eh?

Sul suo blog: «I cittadini devono entrare in politica direttamente»
Grillo, via libera alle liste civiche
Le regole per ottenere la sua «certificazione»: non essere iscritti ai partiti ed essere incensurati

Beppe Grillo (Newpress)
Beppe Grillo (Newpress)

ROMA – «Ogni gruppo può, se vuole, trasformarsi in lista civica per le amministrazioni comunali». È la benedizione di Beppe Grillo ai seguaci del V-day. «I cittadini devono entrare in politica direttamente. Per la loro tutela e per quella dei loro figli», scrive Grillo nel suo blog. «I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche. Le liste che aderiranno ai requisiti che pubblicherò sul blog tra qualche giorno avranno la certificazione di trasparenza ‘beppegrillo. it’».

REQUISITI – «Tra i requisiti ci saranno il non essere iscritti a partiti ed essere incensurati. Le liste potranno comunque chiamarsi come gli pare ed essere autonome nella loro azione. Ci potranno anche essere più liste in una stessa città. Le liste certificate saranno pubblicizzate dal blog e messe in condizione di scambiarsi informazioni ed esperienze attraverso una piattaforma comune online che sarà messa a disposizione, sempre attraverso il blog».

NON PROMUOVO NESSUNO – «Non parteciperò a nessuna manifestazione nei prossimi mesi», spiega Grillo. «Non sto promuovendo la presentazione di nessuna lista civica, né locale, né nazionale. Per le liste civiche, rimanete sintonizzati sul blog».

16 settembre 2007-Corriere della Sera

Liste civiche "certificate". Mica male. Magari alleate con Di Pietro e Verdi.

E così ricominciamo da capo. Daje tutti.

 

Annunci

4 Risposte to “Ma vaffanculo pe’ davero”

  1. kolchoz Says:

    An finale se anche Berlusconi ha fondato un partito credo lo possa fare chiunque!

  2. kolchoz Says:

    Evidentemente non è così antipolitico come la vulgata comune ci viene raccontando…..forse ritiene necessaria una nuova classe dirigente e l’unico sistema per portarla avanti è farla eleggere. Mi risulta che in democrazia chiunque possa presentarsi alle elezioni….mi ripeto se lo ha fatto pure Berlusconi!

  3. gau Says:

    Nessuno gli nega questo diritto. Si constata (e lo fanno anche molti di quelli che hanno partecipato al V-day) che aveva giurato il contrario. Mah, votalo pure e in bocca al lupo.

  4. gau Says:

    Il mio scetticismo dipende dal fatto che come notava rgutamente marish la “società civile” è già scesa in campo una decina di volte (con i giudici di Milano, con Berlusconi, contro Berlusconi, con i girotondi, etc.) e purtroppo non è cambiato mai granché. Anzi, forse sì, ma in peggio. Il punto è che non abbiamo bisogno di altra società civile; abbiamo bisogno di gente che sa fare politica, che analizza e decide. Bene o male prima del 1992 qualcuno così c’era. Ora non più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: