Tutti a casa bis

A proposito di quello che dicevamo ieri sugli "altri poteri".

Vox populi…

 

Andrea’s version

Cade sulle pensioni. No, cade sulla Tav. No, sulla giustizia. No, cade sulla posa della prima pietra alla base americana di Vicenza. Prodi, comunque, cade da sinistra. Neanche per sogno, cade da destra. Se cade da sinistra si vota subito. No, subito non si vota in ogni caso. Allora cade da destra. Ma se cade da destra c’è un governo tecnico. E avanti. Finché, nelle infinite mene tra la caduta e il come e il quando, una notizia ci ha soccorso: Gianni Letta era entrato nel board di Goldman Sachs. Il braccio destro dell’Amor nostro chiamato nel pied à terre degli ipermiliardari. Capperi. Prodi era stecchito. Più chiaro di così. E invece no: “C’è addirittura chi vede la mossa come il primo deciso segno che la banca d’affari si sta preparando all’ennesimo ribaltone in salsa italiana”, ha sostenuto sulla Stampa Francesco Manacorda. “Ma, è il caso di ripeterlo, giudicare il sistema Goldman con il metro della politica è uno sfoggio di miopia che rischia di sfiorare la cecità”. Ebbene. Siamo perfettamente consapevoli di avere più volte sfiorato la cecità in passato. Ma i prossimi mesi si incaricheranno di stabilire se ci siamo fatti più seghe noi o Manacorda.

(20/06/2007)

 

Grazie assai a il foglio.it

Annunci

3 Risposte to “Tutti a casa bis”

  1. kolchoz Says:

    Posso dire una cattiverìa? A me sembra che dal Foglio (e da tutto l’ambinete centrodestra) si stia facendo un’operazione scorretta: si comincia a dire Prodi ora cade Prodi ora cade Prodi ora cade….questo governo dura poco….questo governo non lo vuole nessuno e si instilla nella testa del popolo che il governo Prodi sia abusivo, di passaggio, nato a dispetto dei santi! Non mi sembra sia propriamente così…non ha una larga maggioranza, è vero, ma dire che non ha nè i numeri nè la leggitimità per governare e che al primo colpo di tosse SICURAMENTE cadrà e finalmente l’Italia tutta sarà libera da quest’impostore, me sembra una cosa MOLTO scorretta, soprattutto se esposta col metodo viscido di chi si presente come un critico imparziale, quando in realtà è solo uno dei più squallidi lacchè del giornalismo italiota, ovverosia Giuliano Ferrara!

  2. gau Says:

    Sì, ma è più l’auspicio di chi sa di non poter far nulla. Come possono Silvio e i suoi far cadere il governo? Solo quelli del post precedente possono, magari con una sponda nella maggioranza in parlamento.
    E Ferrara è divertente. Piantala co’ sto livore. Esci la sera! Ubriacati…vai a ballare!

  3. kolchoz Says:

    Scusa ma su Giuliano Ferrara non mi convinci, non è livore…è, come posso dire…lo iodio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: