Il portaombrelli

romaSei gol sono bastati. La AS Roma ha vinto la Coppa Italia. Ha perso 2-1 a Milano resistendo ai rabbiosi assalti dei nerazzurri e ha portato a casa l’ottavo "portaombrelli" della sua storia.

Sì, perché a Roma la Coppa Italia – pomposamente ribattezzata "TIM Cup" – si chiama così. E’ la logica e insindacabile definizione che una città cinica, che si crogiola nella sua storia, nel suo passato lontano o recente dà ad una manifestazione con il dichiarato intento di svelarne il ruolo "minore" nell’ambito delle competizioni nazionali e internazionali.

Quando Roma e Lazio vincevano scudetti e coppe (soprattutto la Lazio, devo dire) o comunque lottavano per grandi obiettivi e una delle due vinceva la Coppa Italia, i tifosi dell’altra sminuivano la vittoria dei rivali sfottendoli con la storia del "portaombrelli". Come a dire: "la tua coppa a casa mia non starebbe neanche in soggiorno" o "me ne accorgerei solo quando piove"…E’ il tipico motto da sbruffone romano, lo so (anche perché a Roma si è vinto molto meno che altrove), però fa ridere..

Questa lunga premessa solo per dire che, da romanista, sono consapevole che non stiamo parlando della vittoria della Coppa dei Campioni, aka "Champions’ League", alias "la coppa co’ le orecchie" (termine, quest’ultimo, che indica grande rispetto e un pizzico di affetto). Però sono contento. Sono contento perché l’ultima l’avevamo vinta nel 1991, quando in panchina c’era Ottaviobianchipelatolaromac’hairovinato, in campo c’era Rudi volatedescovola Voeller, e io ero un adolescente. Sono contento perché questa squadra gioca a calcio e un piccolo riconoscimento se lo meritava.

Sono contento perché Totti se lo meritava. E con lui De Rossi, Perrotta, Tonetto, Mancini, Cassetti, Mexes, Chivu, etc. E se lo merita soprattutto Spalletti. Sono contento perché chiudere così una stagione in cui hai fatto partite splendide ma hai anche perso un derby 3-0 e una partita di coppa 7-1 col Manchester riconcilia un po’ con la tua passione.

Infine, sono contento perché l’Inter, che ha vinto uno scudetto con gli avvocati e uno con pizza e fichi, già si credeva la Juve del terzo millennio. Prima di poter aspirare a diventare stronzi come loro ne devono fare di strada. Moratti lasci perdere gli scudetti "puliti" e pensi a vincerne uno vero, prima o poi. Ormai è noiosa questa storia. E poi Mancini si dia una calmata. Già è simpatico come il vaiolo, se poi si mette a sbraitare così in campo potrebbe quasi (ho detto quasi) farmi rimpiangere le brutte facce di Moggi, Bettega e Giraudo. 

E poi, visto che stasera mi sento in vena, faccio persino un in bocca al lupo al Milan. Un po’ perché è dal 30 maggio 1984 che il Liverpool mi sta leggermente sulle palle (a Istanbul tifavo – credo unico non milanista – per i rossoneri) e un po’ perché assistendo alle sue partite con il Manchester ho visto come una grande squadra si comporta quando deve dimostrare chi è e quanto vale.

E mi è passata davanti agli occhi tutta la differenza che c’è tra il "portaombrelli" e la "coppa co’ le orecchie".

 

Annunci

2 Risposte to “Il portaombrelli”

  1. marish Says:

    Bravi, bravi…
    un “simpatico” complimenti da uno “stronzo” in patetica attesa della fine di quest’anno di purgatorio (?!? ma che cazzo dico, un INFERNO, peggio del 2000-01!).
    Cmq grazie perchè chiunque batte l’inter salva il mondo intero!

  2. utente anonimo Says:

    Beh, il 2000/01 fu un paradiso…alla fin fine fu peggio per tutti, dico tutti quello precedente. OGNI VOLTA CHE TIFO PER VOI BECCATE. Vatte a fidà degli Juventini!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: