The Good, the Bad and the Queen

general wide low res copy Disco del momento? Assolutamente si.
E non si capisce proprio che cosa possiate trovare di meglio, al 14 Gennaio, di questo confuso ma meraviglioso tentativo di ritratto della Londra contemporanea. Autori uno strambo supergruppo in cui alla più “credibile” voce della musica contemporanea si associano il mitico bassista dei Clash (quello che sfasciava la chitarra sulla copertina di London Calling) ed un meraviglioso batterista africano (ah si, c’è anche l’ex chitarrista dei Verve, ma non conta…).
Veramente un bel disco. Seppur prodotto da Danger Mouse (l’uomo dietro l’ultimo disco dei Gorillaz ed il successone di Gnarls Barkley) la mente corre verso altri lidi: i Blur meno inquadrabili, i Clash di Sandinista (per l’apertura a considerare, con serenità, tutte le musiche del mondo come degne di essere suonate) e certe atmosfere serene della migliore tradizione folk britannica.
Prima di finire un ultimo amaro commento: nel nostro paese di gerontocrati (anche nel mondo dell’arte) fa impressione paragonare un Nanni Moretti che fa firmare contratti ai suoi artisti in cui vieta di far emergere notizie sui suoi film ed i nostri eroi che hanno messo tutto il loro disco in anteprima in streaming su myspace.
Ascoltatevelo e se vi piace il 22 gennaio ve lo comprate. Ne vale la pena.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: