Pierluigi Orlandini

OrlandiniPierluigi Orlandini….ma chi sono andato a ripescare!
Nato a San Giovanni Bianco, Bergamo, il 9 Ottobre 1972 sembrava, a metà anni 90 il centrocampista italiano del futuro. Di lui il vate del catenaccio azzurro Under 21, Cesare Maldini, arriverà a scomodare una frase che il “vecio” Bearzot aveva detto per il geniale e sfigato Giancarlo Antognoni: “E’ bravo, ma non mi piace, e poi ogni tanto gli scappa lo schiaffo del goal”
La sua carriera a metà anni 90 sembrava lanciata verso un futuro radioso, ma, purtroppo, prese la via sbagliata perchè si impantanò tra le squadre bluff che la “finanza creativa” dell’epoca aveva creato: l’Atalanta della vecchia volpe Ruggeri fiutò l’affare e lo cedette al Verona, e di lì passò al Parma dei Tanzi, dove giocò parecchio, prese una bella carrettata di soldi, ma non vinse nulla.
Intanto la sua stella si stava sempre più affievolendo, col nuovo millennio fu folgorato sulla via di Damasco e si innamorò della Puglia: era il gioiello del Brindisi, per un immediato ritorno tra i professionisti dei portuali, ma l’esperienza fallì miseramente, dopo pochi mesi, per ragioni caratteriali fu messo fuori squadra.
Ma, evidentemente, la Puglia gli rimase nel cuore e, tra fragori, servizi del Tg, gioia incontenibile dei miei compaesani d’adozione arrivò, primo giocatore della storia del club ad aver giocato con la Nazionale, all’Ostuni Sport. Chi scrive ricorda quell’estate (mi sembra del 2004) ad Ostuni come l’attesa di una festa annunciata…c’erano ottime possibilità, anzi si dava per certo, di arrivare nel Campionato Nazionale Dilettanti, ultimo gradino prima della mai raggiunta C2!
L’aria era di festa….ma la festa non arrivò MAI: fu uno sciagurato spareggio col Pietrelcina (cazzarola il Pietrelcina di Padre Pio!) a fermare la squadra della Città Bianca e a far tramontare i sogni di gloria legati a Orlandini.
Ultime notizie lo danno ancora da quelle parti: pare giochi nel Nardò!
Ma perché occuparsi di uno che non è riuscito a battere nemmeno il Pietrelcina?
Perché, anche lui, nel suo piccolo è entrato nella storia del calcio…anzi del Calcio!
Era la primavera del 1994, il nostro Pierluigi era una delle colonne portanti dell’Under 21 di mastro catenaccio Cesare Maldini, campione d’Europa uscente.
Quell’Under 21 aveva una rosa impressionante, c’era gente del calibro di Paolo Negro (ancora grazie per lo scudetto numero tre della mia amata Roma….), Cristian Panucci, Francesco Toldo (allora giovane rampante portiere della retrocessa Fiorentina), Cristian Vieri, Filippo Inzaghi, Demetrio Alberini….insomma una squadra importante.
Chiaramente la nazionale arranca, ma riesce ad arrivare ai quarti di finale contro la Cecoslovacchia (uno di quei casi, all’epoca all’ordine del giorno, di nazionali di stati inesistenti…): all’andata è un trionfo, 3-0, mentre al ritorno è l’ennesima riproposizione della linea del Piave: 1-0 per i nostri avversari, ma tra le prime quattro in Europa ci siamo ancora noi!
Da campioni uscenti ci troviamo in un lotto che prevede Francia, Spagna e Portogallo.
A quel punto l’UEFA decide di cambiare il regolamento in corsa (un’abitudine che all’epoca era diffusa: due anni dopo decise di riaprire le convocazioni per la finale degli Europei maggiori in Inghilterra….): non più semifinali e finali su andata e ritorno, ma una riproposizione, in chiave ridotta, delle formule dei mondiali e degli europei maggiori.
La chicca dell’UEFA non è solo nell’aver variato la formula all’ultimo secondo, ma anche, e soprattutto, nel non effettuare sorteggi: scegliamo la partita sulla base del fascino e delle rivalità.
Quindi da una parte il derby della penisola iberica, dall’altra Francia-Italia. Chiaramente la sede per questo nuovo europeo under 21 è Montpellier!
La semifinale, contro i padroni di casa, è un assedio: noi schieriamo Vieri e Inzaghi, ma loro ci rispondono con persone del calibro di Blanc, Barthez, Thuram, Makelele e Zidane! Come dodici anni dopo si arriva ai rigori e, come dodici anni dopo, trionfa l’Italia….alla faccia dell’UEFA che ci voleva fuori, siamo ancora in FINALE!
In finale affrontiamo il Portogallo di Rui Costa, Fernando Couto e Figo!
Mastro Catenaccio Maldini sostituisce Inzaghi col nostro eroe: non si sa mai, dovessimo fare una sola azione in attacco!
La partita scivola ai supplementari e qui Orlandini, Pierluigi Orlandini da San Giovanni Bianco, entra nella storia del calcio mondiale: da pochi mesi la FIFA aveva concepito il Golden Goal, all’epoca si chiamava Morte Istantanea, e l’UEFA aveva deciso di introdurlo in via sperimentale proprio per quell’”Europeo” Under 21 di Montpellier.
Il nostro eroe a metà primo tempo supplementare ha sul piede, all’altezza dell’angolino sinistro dell’area di rigore portoghese il pallone che lo avrebbe consegnato alla storia, scaglia una mina di precisione che si infila sotto gli incroci in alto alla destra del portiere: è il PRIMO GOLDEN GOAL DELLA STORIA!!
I giocatori italiani corrono ad abbracciarlo e, poi, riprendono posizione per difendere ad oltranza il vantaggio, i portoghesi centrano il pallone, l’arbitro corre verso il centro, ma poi si accorge degli addetti UEFA che stanno portando il tavolino con la coppa e fischia la fine: i giocatori in campo non si rendono conto di cosa stesse succedendo, gli Italiani increduli si abbracciano, i portoghesi si sarebbero voluti suicidare….personalmente ebbi una delle mie botte di culo: non vidi la partita, decisi di vedere cosa stesse facendo la nazionale, cambiai canale e in quell’istante sentii Marco Civoli che urlava “Orlandini, tiro GOOOL!! Orlandini, Orlandini, Orlandini, Orlandini….è finita, i giocatori e l’arbitro non se lo ricordano. E’ finita, siamo ancora campioni d’Europa!”
Ci fece vincere l’Europeo Under e adesso è sparito….in fin dei conti questo Carneade passato alla storia continuerà a mancarci in serie A.
Annunci

Una Risposta to “Pierluigi Orlandini”

  1. utente anonimo Says:

    piena di errori la ricostruzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: